14.09.2000

Lancia Y - I motori


Bookmark and Share

Le grandi capacità stradali di Lancia Y, il suo comportamento sempre prevedibile e la facilità e piacevolezza di guida dipendono fondamentalmente dalle prestazioni fornite dai motori Multipoint.

Il 1.2 da 60 CV e il 1.2 16v da 80 CV adottati dalla nuova gamma, infatti, sono due esempi di come è possibile coniugare grandi doti di coppia e fluidità di funzionamento con cilindrate relativamente ridotte.

Disponibili il primo su "elefantino blu" ed LS e il secondo su LS, LX ed "elefantino rosso", sono entrambi a quattro cilindri e formano un'offerta capace di soddisfare le esigenze di un'ampia fascia di mercato.

Tra le caratteristiche comuni: l'elasticità, i bassi consumi e le buone prestazioni. I due motori, inoltre, sono particolarmente rispettosi dell'ambiente. Soddisfano, infatti, i limiti di emissioni EURO 3, che entreranno in vigore dal gennaio 2001.


Fire 1.2

Il collaudato e affidabile Fire di 1242 cm3 arriva sulla nuova Lancia Y dopo aver subito tutta una serie di affinamenti mirati a farne un campione nella riduzione di consumi ed emissioni, senza per questo penalizzare le prestazioni. Un risultato ottenuto innanzitutto con l'adozione del sistema di iniezione elettronica Multi Point Weber.

Potenza massima   44 kW - 60 CV a 5000 giri/min
Coppia massima   102 Nm - 10,4 kgm a 2500 giri/min
Velocità massima   158 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h   14,1 s
Consumo nel ciclo urbano   7,3 l/100 km
Consumo nel ciclo extraurbano   4,8 l/100 km
Consumo nel ciclo combinato   5,7 l/100 km


Basta un'occhiata alla tabella, per vedere che Lancia Y equipaggiata con il motore 1.2 si segnala nella sua classe per quei 5,7 litri ogni cento chilometri registrati nel ciclo combinato, un risultato tra i migliori della categoria.

Il merito va all'impostazione data al propulsore, che dispone di una grande coppia a bassi regimi di rotazione (se ne avvantaggiano, tra l'altro, la piacevolezza e l'elasticità di guida) e di rapporti che privilegiano proprio la riduzione dei consumi.



Il risultato è stato ottenuto grazie ad alcune efficaci migliorie. Le camme, per esempio, hanno un diverso profilo, studiato per migliorare la fluidodinamica del motore e quindi i rendimenti. I condotti di aspirazione nella testa cilindri sono nuovi, così come il collettore, realizzato in materiale polimerico arricchito con fibra di vetro. Alcuni componenti, inoltre, sono stati alleggeriti ed è stato adottato un sensore di detonazione attivo, capace di gestire l'anticipo al meglio in qualunque condizione di funzionamento.

Di grande rilievo anche le prestazioni, soprattutto se si considera che sono fatte registrare da una vettura capace di consumi così bassi. Le doti di brillantezza di Lancia Y, in particolare, sono esaltate da un sistema elettronico di controllo del motore guidato da una centralina Marelli miniaturizzata, realizzata con tecnologia micro-ibrida e capace di colloquiare in rete con i dispositivi elettronici della vettura attraverso linee seriali.

Brillante e parco nei consumi, il 1.2 è anche molto silenzioso. Merito del lavoro di affinamento effettuato sui sistemi di aspirazione e di scarico e sull'accoppiamento tra albero motore e basamento (ottenuto, quest'ultimo, tramite la selezione computerizzata dei cuscinetti di banco). Un ulteriore contributo alla riduzione della rumorosità, infine, viene dalla scelta di ottenere la potenza massima a regimi relativamente bassi (5000 giri/min).



Un motore efficiente, un motore pulito. Sul fronte ambientale, il nuovo propulsore vanta un convertitore catalitico sistemato nel vano motore (è saldato con una nuova tecnologia sulla flangia del collettore di scarico). In questa posizione il dispositivo si rivela molto efficiente perché può raggiungere temperature elevate in tempi più brevi e quindi abbattere le emissioni anche in fase di riscaldamento del propulsore.

L'impianto di alimentazione del combustibile "returnless", inoltre, elimina il ricircolo del carburante all'interno del serbatoio, riducendo così la formazione di vapori.

Grazie a questi accorgimenti la nuova Lancia Y 1.2 rispetta, ovviamente, la normativa EURO 3 che fissa, alle emissini, limiti più bassi del 30% circa.

Il risultato si deve anche ad una seconda sonda lambda montata a valle del catalizzatore. In questo modo la centralina d'iniezione del motore, in un tempo infinitesimale, può controllare anche l'efficienza del lavoro effettuato dal catalizzatore e correggere automaticamente il rapporto stechiometrico. Il sistema è completato da una centralina chiamata EOBD (European On Board Diagnostics), che segnala mediante una spia sul cruscotto le eventuali anomalie nel trattamento dei gas di scarico.


Fire 1.2 16v

Anche questo propulsore è un'evoluzione del precedente 16v che equipaggiava Lancia Y. Modificato nella curva di erogazione della coppia per avere una guida ancora più piacevole e prestazioni tra le migliori della categoria, il nuovo 1.2 si distingue anche per una soluzione tecnica sofisticata. Si tratta della farfalla elettronica comandata dalla centralina del motore, un meccanismo finora riservato a modelli dei segmenti superiori.

Il dispositivo, che è di tipo "drive by wire", quindi senza collegamento meccanico fra acceleratore e corpo farfallato, lascia alla centralina elettronica il compito di erogare la coppia in base alle diverse richieste del guidatore. Migliorano in questo modo guidabilità e consumi.

A esaltare il temperamento brillante del propulsore contribuisce in maniera determinante la centralina elettronica Bosch per il controllo del motore, realizzata con tecnologia micro-ibrida.

Potenza massima   59 kW - 80 CV a 5000 giri/min
Coppia massima   114 Nm - 11,6 kgm a 4000 giri/min
Velocità massima   174 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h   11,2 s
Consumo nel ciclo urbano   7,5 l/100 km
Consumo nel ciclo extraurbano   5,0 l/100 km
Consumo nel ciclo combinato   6,0 l/100 km


La ripresa e i consumi sono leggermente diversi nella versione abbinata al cambio a rapporti corti. Quest'ultimo, infatti, rende ancora più grintose le prestazioni della briosa "elefantino rosso".

Potenza massima   59 kW - 80 CV a 5000 giri/min
Coppia massima   114 Nm - 11,6 kgm a 4000 giri/min
Velocità massima   174 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h   11,2 s
Consumo nel ciclo urbano   8,3 l/100 km
Consumo nel ciclo extraurbano   5,5 l/100 km
Consumo nel ciclo combinato   6,5 l/100 km


Anche il 1.2 16v beneficia, ovviamente, di tutti le migliorie descritte per il Fire 1.2 relative a meccanica, elettronica di bordo e impianto di alimentazione e di scarico. Come l'altro motore, inoltre, adotta tutti gli accorgimenti necessari per rispettare i limiti di emissione imposti dalla normativa EURO 3.

Apposta per il 1.2 16v, invece, è stato sviluppato il sottobasamento in alluminio con cappelli di banco in ghisa legati tra loro, che migliora il comportamento acustico del propulsore e ne aumenta la rigidezza flessionale (anche grazie alla staffa di collegamento con il cambio), riducendo così sensibilmente le vibrazioni.


Bookmark and Share

© 2011 FIAT S.p.A • P. IVA 00469580013 • Note LegaliCredits